compagnie aeree-civile - amministrativo - tributario

 
 

CANCELLAZIONE DEL VOLO
RITARDO DEL VOLO
OVERBOOKING 
NEGATO IMBARCO

SISTEMAZIONE IN CLASSE INFERIORE
FURTO O PERDITA DEL BAGAGLIO
RITARDATA CONSEGNA DEL BAGAGLIO
MANOMISSIONE E/O FURTO DEL BAGAGLIO
DANNI AL BAGAGLIO

 

I disservizi in occasione dei viaggi in aereo sono frequenti.
Quando si verificano le compagnie aeree sono tenute ad offrire ai loro passeggeri le prestazioni (risarcimenti, indennizzi, rimborsi, assistenza, ecc…)  previste dalla legge e dalle convenzioni internazionali.

 

Ad esempio  può accadere che sia  richiesto al passeggero di comunicare dati personali anche in violazione della privacy o di trasmettere documentazione, senza che  tutto ciò sia necessario o comunque sia posto dalla legge come condizione perché la compagnia aerea assolva i propri doveri.
Alcune compagnie addirittura invitano i passeggeri che abbiano subito un disservizio a contattare un numero telefonico di “assistenza clienti” a pagamento.

 Talvolta, poi,  alcune di esse tengono comportamenti non esemplari.
Purtroppo però non tutte le compagnie aeree adempiono i loro obblighi spontaneamente, per intero e con la dovuta celerità.

In questi casi il passeggero subisce addirittura un  danno aggiuntivo, costituito dal costo della telefonata con tariffa speciale  che nessuno mai gli rimborserà.
Lo Studio Legale Leotta Vi aiuta, con un costo modico e velocemente, a conoscere i Vostri diritti ed a predisporre la richiesta-diffida legale da inviare alla compagnia aerea (purchè abbia sede nella Unione Europea).
In tale maniera eviterete che maturino i termini di decadenza o di prescrizione che potrebbero pregiudicare l’ottenimento di ciò che Vi è dovuto.
Infine, va ricordato che le telefonate, i  fax e le emails di regola non hanno effetto interruttivo della prescrizione.
Ovviamente, qualora alla richiesta-diffida non faccia seguito il pagamento di quanto dovuto dalla compagnia aerea, lo Studio Legale Leotta potrà rappresentarVi e difenderVi giudizialmente per fare valere i Vostri diritti.
Ricordate che 
 con ordinanza n.1584 del 23/01/2018 la Cassazione ha stabilito che il passeggero che agisca per il risarcimento del danno derivante dal negato imbarco o dalla cancellazione del volo o dal ritardato arrivo dell'aero rispetto all'orario previsto, è  tenuto solo a produrre il titolo od il biglietto di viaggio oppure un’altra prova equipollente, mentre spetta alla compagnia aerea dimostrare il proprio adempimento oppure, in caso di ritardo, che questo è stato contenuto sotto le soglie di rilevanza fissate dalla normativa.

 

Per richiedere un parere e/o la redazione della richiesta-diffida su carta intestata dello Studio Legale Leotta da inviare alla compagnia aerea

CLICCARE QUI


Vi invieremo una email contenente un breve parere gratuito, il preventivo del compenso per la redazione della nostra richiesta-diffida, nonchè i dati e gli elementi necessari per eseguire il pagamento di tale compenso.