consulenze on line: istruzioni per l'uso-civile - amministrativo - tributario

 
 


danger_7
CONSULENZE ON LINE:
ISTRUZIONI PER L'USO


Su internet si trova di tutto e proprio per questo bisogna fare molta attenzione quando si cerca di risolvere un problema legale affidandosi al web.
Non si contano infatti i siti che offrono consulenza legale, ma spesso che dispensa pareri non è un professionista del settore, non ha alcun titolo o, peggio ancora,  alcuna preparazione per svolgere tale attività.

Per non parlare poi degli innumerevoli blogs dove si scambiano opinioni e consigli fondati su esperienze proprie o di conoscenti oppure sul "sentito dire".
Occorre però sapere che in questi casi quasi mai si è ben consigliati e che i rischi che si corrono sono enormi.
La legge e la giurisprudenza (che è il complesso delle sentenze emesse dalla autorità giudiziaria) sono delle entità non immutabili, ma bensì in costante evoluzione.
Solo i professionisti abilitati dalla legge hanno la competenza e gli strumenti per seguire e studiare questi continui cambiamenti per poi applicarli al caso concreto.
In altre parole quello che valeva ieri non è detto che valga oggi; ed inoltre interpretare la disciplina legale di fattispecie che magari sono complesse, anche se possono apparire semplici, non è cosa da tutti.
Non è raro rinvenire sul web pareri fondati su leggi abrogate o modificate oppure su una giurisprudenza  interpretata male o superata o del tutto marginale perché minoritaria.
A volte basta un'isolata sentenza di un giudice di pace per scatenare il passaparola sulla rete, specie se qualche organo di informazione ne ha fatto cenno.
Se poi quella sentenza viene impugnata o riformata oppure se è contraria alla giurisprudenza dominante è cosa che sulla rete di solito avrà scarsa rilevanza, perché ci saranno numerosi siti e blogs che la riporteranno, anche a distanza di anni.
Internet avrà così creato una pericolosissima "apparenza di diritto" che, per fortuna, nella vita reale e nei Palazzi di Giustizia non ha alcun valore.
Quindi la prima regola da seguire in materia di consulenze on line è quella di avere la certezza di avere a che fare e di essersi affidati ad un professionista qualificato.
Ma questo non è sufficiente, perché occorre sempre tenere presente che non tutti i casi possono essere risolti con una consulenza on line.
Ce ne sono molti infatti  in cui è indispensabile che il professionista parli personalmente col cliente, che approfondisca con lui aspetti fondamentali e dettagli importanti che lo stesso cliente non ritiene tali oppure ha trascurato.
In queste occasioni  la consulenza on line è assolutamente da evitare.
Esistono invece altre ipotesi in cui al professionista basta selezionare ed esaminare un numero limitato di elementi  per essere in grado di avere il quadro completo della situazione ed esprimere un parere legale.
Se si tengono presenti queste semplici regole la consulenza on line si rivelerà essere una risorsa utile, veloce ed economica per risolvere moltissimi problemi della vita quotidiana e -perché no?- per conoscere meglio i propri diritti in modo da affrontare i rapporti economici, di lavoro e sociali senza mai trovarsi in una situazione di svantaggio rispetto agli altri.