spese straordinarie per i figli: competenza-civile - amministrativo - tributario

 
 
 
 
 

spesa straordinaria per il mantenimento dei figli anticipata dal coniuge affidatario; domanda di rimborso della quota parte, inferiore ad € 5.000,00, proposta nei confronti dell'altro coniuge; giudice competente.

Con sentenza n. 3470 del 13/07/2019 (*) il Tribunale Civile di Palermo ha statuito essere di competenza del giudice della famiglia, che è funzionalmente il Tribunale, la controversia sulla domanda di rimborso della quota parte, inferiore ad € 5.000,00, della spesa straordinaria per il mantenimento dei figli sostenute dal coniuge affidatario formulata da quest'ultimo nei riguardi dell'altro coniuge, nel caso in cui le somme non risultino previamente determinate o determinabili con un semplice calcolo aritmetico in base al titolo costituente la fonte della domanda stessa a causa della genericità di quest'ultimo che renda necessario l'intervento esegetico di altro giudice al fine sia di qualificare quella spesa come “extrassegno” sia di valutare la sua preordinazione a soddisfare bisogni del figlio e la sua corretta quantificazione e documentazione, talché dev'essere rigettata l’eccezione di incompetenza per valore volta ad affermare la competenza del Giudice di Pace.

(*) Sentenza n. 3470/2019 del Tribunale Civile di Palermo.

Aggiornato al 14 luglio 2019.